Caffè e thè hanno effetti sul diabete?

caffè e the hanno effetti sul diabete

Le persone con diabete devono prestare maggior attenzione alla loro dieta e pianificarla al fine di evitare picchi di glucosio nel sangue che ne rendono difficile il controllo. In particolare, ci sono alcuni tipi di alimenti molto diffusi, che sono anche legati a determinati momenti della nostra giornata e ad abitudini acquisite, di cui è difficile liberarsi. Questo è il caso di caffè e thè che sono tra le bevande più apprezzate al mondo, ed hanno proprietà che le rendono praticamente uniche. In questo articolo, approfondiremo le caratteristiche di entrambe le bevande e cercheremo di capire se il loro consumo ha conseguenze per le persone con diabete.

caffè e diabete

Benefici del caffè

Il caffè è un infuso che si ottiene dai chicchi tostati e macinati della pianta del caffè. Sebbene solitamente viene consumato caldo, a seconda dei gusti e del periodo, possiamo berlo anche freddo o con ghiaccio.

Ciò che rende il caffè una bevanda così popolare e diffusa, al di là del suo sapore, è la caffeina, una sostanza che stimola il sistema nervoso centrale e i cui effetti più noti sono un leggero aumento di energia e la sensazione di essere più svegli e vigili. Quindi, è la bevanda preferita da molte persone, da bere al mattino o durante le pause lavorative. Di seguito riportiamo un elenco delle sue proprietà.

  • Gli effetti psicoattivi della caffeina favoriscono la memoria e migliorano la concentrazione e altre funzioni cognitive.
  • Gli studi dimostrano che aiuta a combattere il Parkinson.
  • Il caffè ha proprietà antiossidanti, antinfiammatorie, antitumorali e antibatteriche.
  • Gli studi collegano il consumo di caffè a una minore probabilità di diabete, patologie cardiovascolari, alcuni tipi di neoplasie e persino la sclerosi multipla.

Dobbiamo tenere presente che ogni persona può tollerare la caffeina in misura maggiore o minore, ma come per qualsiasi altro alimento, un eccesso può portare ad effetti negativi come insonnia, nervosismo o problemi gastrointestinali.

Calorie e caffè

proprietà caffè

Come ogni altro infuso, una tazzina di caffè consiste principalmente in acqua. I componenti che compongono il caffè e che usiamo per l’infusione apportano poche calorie. Pertanto, le calorie in più , provengono da tutto ciò che può essere aggiunto: zucchero, latte, latte condensato, dolcificanti.

Nel caffè troviamo una quantità significativa di potassio, e in misura minore troviamo anche calcio, magnesio, fosforo e selenio. Anche vitamine come B2 e B5.

Da evidenziare, infine, la presenza di antiossidanti come i polifenoli, che aiutano a combattere i radicali liberi presenti nel nostro organismo.

Cosa ne pensano i ricercatori?

Sebbene sia considerato un tipo di alimento che non costituisce un problema per le persone con diabete, abbiamo riscontrato opinioni divergenti sulla sua idoneità e sull’effetto sulla glicemia.

Le opinioni spaziano su diverse prospettive. Secondo alcuni, il caffè può aiutare a prevenire il diabete di tipo 2, secondo altri, può avere un effetto negativo sul controllo glicemico ed infine, secondo altri ancora, può aiutare a controllarlo. Naturalmente, l’aggiunta di zucchero al caffè influirà sul nostro glucosio, allo stesso modo in cui aggiungiamo latte o derivati.

Data questa disparità di opinioni, e sapendo che il caffè non ha lo stesso effetto su tutte le persone allo stesso modo, consigliamo di consultare il medico di fiducia oppure il diabetologo per adeguare la dieta alle proprie esigenze.

Il thè verde ed il caffè possono rendere il diabete di tipo 2 meno problematico?

tè e diabete

Il thè verde, esattamente come il caffè, contiene potenti antiossidanti legati a straordinari benefici per la salute. Non a caso, le tendenze in materia di nutrizione e benessere degli ultimi anni si sono concentrate nel consigliare il consumo di cibi e bevande naturali che brillano per le loro proprietà terapeutiche. 

Ogni giorno, vediamo sempre più l’alimentazione sana e corretta come protagonista nella prevenzione e nella gestione di numerose patologie croniche. È il caso del diabete, una delle condizioni di salute più ricorrenti nella società moderna.

Recentemente uno studio dalla Università di Kyushu ha attirato l’attenzione del mondo scientifico. Infatti, i ricercatori giapponesi hanno scoperto che bere thè verde e caffè potrebbe comportare un più basso rischio di morte tra le persone con diabete di tipo 2. I risultati di questo lavoro di ricerca si possono riassumere nel fatto che bere 4 o più tazze di thè verde al giorno e 2 o più di caffè è un’abitudine quotidiana associata a un rischio di morte inferiore del 63% per un periodo di circa 5 anni. Questo studio lo si può trovare pubblicato sul BMJ Open Diabetes Research & Care. 

Quella di assumere thè e caffè è un’abitudine semplice e sostenibile. Inoltre, può essere correlata anche e non solo ai vantaggi per ridurre il rischio di complicanze del diabete. L’assunzione di queste bevande in misura controllata, potrebbe avere un impatto positivo sulla nostra salute a tutti i livelli ricordandoci, però, di evitare l’uso dei dolcificanti, che possono offuscarne i benefici.

2021-08-06T13:24:45+02:00 Redazione angolodeldiabetico.it
Hai trovato questo argomento interessante? Condividila ad un tuo amico a cui può tornare utile: