Occhio secco: le principali cause

Cause occhio secco

Una branca fondamentale della scienza in campo medico è l’eziologia che si occupa di ricercare le cause di una data malattia.

Conoscere ciò che determina una patologia consente di individuarne più facilmente i possibili rimedi.

Si parla di sindrome dell’occhio secco quando i nostri occhi non sono in grado di produrre un film lacrimale di buona qualità ed in quantità adeguate. 1

 

occhio-seccoSe il film lacrimale non è prodotto in quantità sufficienti, non riesce a mantenere gli occhi adeguatamente idratati e ad eliminare le particelle che, talvolta, si introducono al loro interno. 

Secondo alcuni studi, la patologia dell’occhio secco è molto diffusa tra la popolazione adulta, in una percentuale che va dal 15% al 30%. 

In particolare, la sindrome dell’occhio secco sembrerebbe svilupparsi più frequentemente nelle donne dopo la menopausa a causa della sua stretta correlazione con i cambiamenti ormonali2

secchezza-oculare-e-menopausa

Le cause dell’occhio secco possono essere, quindi, varie ed è fondamentale che siano identificate in modo corretto. 

I SINTOMI PRINCIPALI DELL’OCCHIO SECCO 

I principali sintomi dell’occhio secco sono:

  • La sensazione di prurito agli occhi: a causa della mancanza di una corretta lubrificazione, il movimento della palpebra sulla superficie dell’occhio non viene eseguito in modo uniforme. Inoltre, la stessa secchezza dell’occhio può provocare la sensazione di bruciore e prurito nell’occhio stesso.
  • L’arrossamento degli occhi: a causa del prurito e della mancanza di lubrificazione, il flusso sanguigno nell’occhio aumenta causando la dilatazione dei capillari. Questa situazione si manifesta, di solito, nell’area bianca dell’occhio.
  • La sensazione di avere un corpo estraneo o granelli di sabbia nell’occhio: questo è dovuto alla mancanza di lubrificazione dell’occhio.
  • Una eccessiva sensibilità alla luce: poiché la superficie dell’occhio non è lubrificata in modo ottimale, la  sensibilità dell’occhio aumenta.
  • La visione offuscata, in quanto vi è una meno chiara e più difficoltosa focalizzazione o messa a fuoco da parte dell’ occhio.
  • Alcune cicatrici sulla cornea, che si riscontrano nei casi più gravi quando il problema dell’occhio secco è stato trascurato e non vi è stato alcun trattamento adeguato. 3

Nel caso in cui si riscontrino tali sintomi è opportuno rivolgersi immediatamente al proprio specialista oftalmologo.

QUALI SONO LE CAUSE DELLA SECCHEZZA OCULARE

La sindrome occhio secco si verifica maggiormente nelle persone che svolgono un lavoro in cui gli occhi sono posti in situazione di stress prolungato e nelle persone anziane.

Con l’aumentare dell’età, infatti, alcune cellule che generano lacrime possono atrofizzarsi determinando, così, una diversa composizione del film lacrimale

La sindrome dell’occhio secco non è un problema limitato alla sola mancanza di lacrime, quanto alla qualità del film lacrimale. Il film lacrimale deve, infatti, avere una corretta composizione di acqua, lipidi e minerali, affinché gli occhi sia mantenuti ben lubrificati e sani. Le ghiandole di Meibomio sono, per esempio, responsabili della produzione di alcuni lipidi che impediscono l’evaporazione delle lacrime. 4

Sebbene l’età sia una delle principali cause della sindrome dell’occhio secco, vi sono, tuttavia, altri elementi che possono condurre a tale sindrome anche nelle persone più giovani. 

cause-occhio-secco

Tra questi si annoverano cause di origine ambientale come:

  • Un ambiente secco o ventoso, che incoraggia l’evaporazione della lacrima dell’occhio;
  • L’abuso di aria condizionata, che può provocare un’aridità ambientale e, di conseguenza, l’evaporazione naturale della lacrima dell’occhio;
  • L’esposizione eccessiva al sole, che può determinare la comparsa di secchezza oculare;
  • Il fumo sia attivo che passivo che, concentrandosi nell’aria, irrita la superficie dell’occhio causando uno squilibrio della lacrima naturale;
  • La malattie sistemiche come il diabete, l’artrite reumatoide o il lupus eritematoso sistemico;
  • L’uso non corretto o prolungato delle lenti a contatto, che può comportare lo sviluppo di secchezza oculare;
  • Lo stress in generale;
  • Alcuni farmaci che, se assunti per troppo tempo, possono ridurre la qualità e/o la quantità delle lacrime con conseguente manifestazione della sindrome dell’ occhio secco.
  • L’uso eccessivo di schermi televisivi e/o di computers o teefoni: in questi casi, è fondamentale fare delle pause ogni 30 minuti o al massimo un’ora, oltre ad integrare la lacrima naturale dell’occhio con le lacrime artificiali.

La sindrome dell’ occhio secco è stata definita come una disfunzione dell’unità lacrimale dall’ International Dry Eye Workshop ed è stata riconosciuta ufficialmente solo nel 2007. Ciononostante speriamo che la ricerca scientifica possa, in tempi ragionevoli, portare a nuove scoperte sui rimedi contro questa patologia.

 

2019-06-19T11:59:28+00:00 Redazione angolodeldiabetico.it
Hai trovato questo argomento interessante? Condividila ad un tuo amico a cui può tornare utile:

I prodotti correlati a questa tematica

Abbiamo ideato i prodotti Angolo del Diabetico, ascoltando i vostri bisogni con l'intento di migliorare la quotidianità della tua vita e contrastare l'insorgenza delle complicanze del diabete. Se questo articolo è stato di tuo interesse, scopri i prodotti correlati con un semplice click.