Il diabete di tipo 2 comporta problemi al fegato?

diabete tipo 2 fegato

Le possibilità di sviluppare il diabete di tipo 2 dipendono da una combinazione di fattori di rischio, come i geni e lo stile di vita. I fattori di rischio possono includere una condizione di prediabete, l’essere in sovrappeso, una storia familiare con casi di diabete alle spalle, la pressione alta, uno stile stile di vita sedentario, avere una qualche patologia cardiaca oppure il vizio del fumo. Il diabete di tipo 2 può portare diverse complicazioni per la salute a causa del danno che i livelli elevati di glucosio nel sangue provocano agli organi del nostro organismo. In questa sede, vogliamo approfondire le complicazioni riguardanti il fegato, cercando di individuarne sintomi e precauzioni.

Qual è la funzione del fegato?

Fegato

Il fegato è un organo che si trova nella parte superiore destra del nostro addome, appena sotto il diaframma. Tra le sue funzioni principali c’è quella di secernere la bile per digerire i grassi che mangiamo, ma non è l’unica. Di seguito elenchiamo le altre funzioni del fegato:

  • Stoccaggio di nutrienti come vitamine, glicogeno o ferro, che sono stati precedentemente assorbiti dal sistema digerente;
  • Sintesi delle proteine ​​plasmatiche;
  • Produzione della bile per favorire l’assorbimento del cibo, soprattutto dei grassi;
  • Eliminazione di tossine come alcol, farmaci o altri prodotti tossici per il corpo.

Cosa fare per proteggere il fegato?

Il diabete aumenta il rischio di steatosi epatica non alcolica, una condizione in cui il grasso in eccesso si accumula nel fegato, anche se si beve poco o niente alcol. La migliore difesa contro la malattia del fegato grasso include alcune strategie.

  • Collaborare con il proprio team sanitario per ottenere un buon controllo della glicemia.
  • Perdere peso se necessario e cercare di mantenere un peso nella norma.
  • Adottare misure per abbassare la pressione sanguigna alta.
  • Mantenere il colesterolo lipoproteico a bassa densità (LDL meglio conosciuto come “cattivo”) e i trigliceridi (un tipo di grasso nel sangue) entro i limiti raccomandati.
  • Non bere troppi alcolici.

In caso di diabete, risulta opportuno effettuare un esame ecografico del fegato quando si riceve la diagnosi iniziale e continuare con regolari esami del sangue per monitorare la funzionalità epatica, a discrezione del proprio medico.

stop fumo e alcol

Questa condizione patologica del fegato si verifica in almeno la metà delle persone con diabete di tipo 2. Anche altre condizioni mediche, come il colesterolo alto e l’ipertensione, aumentano anche il rischio di steatosi epatica non alcolica. 

Il fegato grasso, di solito, non causa sintomi. Ma aumenta il rischio di sviluppare infiammazioni o cicatrici del fegato (cirrosi), pare anche collegato a un aumento del rischio di neoplasia al fegato e patologie cardiache e renali.

La steatosi epatica può anche svolgere un ruolo nello sviluppo del diabete di tipo 2. Quando si hanno entrambe le condizioni, il diabete di tipo 2 scarsamente controllato può peggiorare la steatosi epatica.

Che ruolo riveste l’alimentazione nella protezione del fegato?

Digerire il cibo, eliminare le tossine o immagazzinare energia sono solo alcune delle principali funzioni di uno dei più grandi organi del corpo umano: il fegato. È un organo di vitale importanza, poiché l’assenza o la disfunzione di questo potrebbe causare il decesso di una persona. Alcol, droghe o alcuni alimenti potrebbero danneggiarlo.

Quali alimenti sono dannosi per il fegato?

cibo spazzatura

Condurre uno stile di vita malsano può, tra le altre cose, danneggiare il nostro fegato e portare a patologie del fegato. Mantenere una dieta sana ed equilibrata, oltre a fare esercizio regolarmente, sono due regole fondamentali per proteggere il nostro fegato. Inoltre, si suole consigliare di evitare una serie di alimenti dannosi. Di seguito ne elenchiamo alcuni.

Sale

Il sale trattiene i liquidi, aumenta la pressione sanguigna ed è anche dannoso per il fegato. Non solo sarebbe opportuno eliminare la saliera dalla nostra tavola, ma è anche necessario controllare le etichette degli alimenti ricchi di sodio come carne, salsicce, snack o noci.

Alcol

L’alcol non è in alcun modo benefico per la salute ed anche il consumo abusivo può causare patologie come la cirrosi epatica. Un eccesso di alcol può influire sul funzionamento e danneggiare le cellule che si trovano in questo organo, compromettendo la corretta digestione del cibo.

Zucchero

La carie, l’aumento di peso o il rischio di contrarre il diabete sono solo alcuni dei rischi legati al consumo di molto zucchero. Ma, in aggiunta, il consumo di cibi o bevande zuccherate può aiutare a sviluppare problemi del fegato.

Alimenti ad alto contenuto proteico

Le proteine, a differenza di altri alimenti sopra menzionati, sono essenziali per la vita. Tuttavia, l’ingestione di un eccesso di proteine ​​può far sì che il nostro fegato smetta di funzionare correttamente e, di conseguenza, le tossine dannose per il nostro corpo smettono di essere eliminate.

Formaggi molto stagionati

I formaggi molto stagionati tendono ad essere ricchi di sodio. Come accennato in precedenza, il sale è dannoso per la nostra salute generale, così come per il nostro fegato.

Bevande energetiche

Da qualche anno gli energy drink sono diventati i nostri grandi alleati, durante i tempi degli esami o con un grande volume di lavoro. Tuttavia, un consumo abusivo di bevande energetiche non solo può causare disturbi del sonno o causare nervosismo, ma sono anche dannosi per la funzionalità del fegato.

Alimenti trasformati

Carni, buste di patatine, salumi, pane a fette o anche noci sono ricchi di sodio. Pertanto, per proteggere il nostro fegato, è consigliabile un’assunzione moderata.

2021-05-21T17:53:02+02:00 Redazione angolodeldiabetico.it
Hai trovato questo argomento interessante? Condividila ad un tuo amico a cui può tornare utile: