Cos’è il diabete insipido?

Il diabete insipido (DI) è una condizione rara in cui i reni non sono in grado di impedire l’eliminazione dell’acqua. Questa patologia consiste in un disturbo caratterizzato da un difetto nei tubuli renali, che induce una persona a far passare una grande quantità di urina ed a perdere troppa acqua. Le persone con il diabete insipido hanno normali livelli di zucchero nel sangue, ma i loro reni non sono in grado di mantenere l’equilibrio di liquidi e sale nel corpo. Nella lettura di questo articolo, approfondiremo più in dettaglio cause, sintomi e come gestirlo al meglio.

Esistono diversi tipi di diabete insipido (DI):

reni

  • Centrale: è dovuto ad un danno al cervello che ostacola la produzione di vasopressina, l’ormone antidiuretico (ADH).
  • Nefrogenico: è un disturbo renale che impedisce anche l’azione della vasopressina.
  • Dipsogenico: è dovuto ad un danno nel sistema di produzione della sete, che si trova a livello dell’ipotalamo, che provoca un aumento anomalo della sete stessa e, quindi, un aumento dell’assunzione di acqua, una soppressione della secrezione di vasopressina e un aumento secrezione renale di acqua.
  • Gestazionale: si verifica quando c’è una mancanza di vasopressina solo durante la gravidanza.

Quali sono i sintomi del diabete insipido?

I  sintomi principali possono essere:

  • Sete eccessiva: che può essere intensa o incontrollabile, di solito con la necessità di bere grandi quantità di acqua o il desiderio di acqua ghiacciata;
  • Eccessivo volume di urina: minzione eccessiva, spesso con la necessità di urinare ogni ora durante il giorno e la notte;
  • Minzione troppo frequente: con urina molto sottile e pallida.

Quali sono le cause del diabete insipido?

Come detto nell’introduzione, la maggior parte dell’acqua viene riassorbita dal nostro corpo e solo una piccola quantità di urina concentrata viene eliminata. Il diabete insipido si verifica quando i reni non riescono a concentrare normalmente l’urina e viene escreta una grande quantità di urina diluita. La quantità di acqua nelle urine è controllata dall’ormone antidiuretico (ADH), noto anche come vasopressina. La causa del diabete insipido centrale è il danno all’ipofisi o all’ipotalamo, che può essere dovuto a:

  • Trauma alla testa
  • Problemi genetici
  • Perdita di afflusso di sangue all’ipofisi
  • Infezione
  • Tumori dentro o vicino all’ipofisi
  • Chirurgia

D’altra parte, il diabete insipido nefrogenico (molto raro) può essere dovuto a:

  • Problemi genetici
  • Alcuni farmaci
  • Malattia renale (come la malattia del rene policistico)
  • Ipercalcemia

Quali sono gli esami per diagnosticare il diabete insipido?

principali esami per diagnosticare il Diabete Insipido

L’ operatore sanitario farà domande sulla storia medica personale e sui vari sintomi provocati dalla patologia. I test che possono essere ordinati includono:

  • Sodio nel sangue e osmolarità
  • Test di provocazione della desmopressina (DDAVP)
  • Risonanza magnetica della testa
  • Livello di copeptina sierica
  • Analisi delle urine
  • Concentrazione urinaria e osmolarità
  • Diuresi

Il proprio medico potrebbe richiedere, anche, un ulteriore consulto da parte di un medico specializzato in patologie dell’ipofisi per diagnosticare il diabete insipido.

È possibile prevenire e gestire il diabete insipido?

Il DI non può essere prevenuto, poiché la tipologia delle cause che lo determinano è imprevedibile. Le cause che determinano questa condizione sono, al momento, di tipo farmacologico. Il DI centrale può essere controllato con vasopressina (desmopressina, DDAVP). La vasopressina è somministrata come iniezione, spray nasale o compressa.

Se il DI nefrogenico è causato da farmaci, l’interruzione dei farmaci può aiutare a ripristinare la normale funzione renale. Tuttavia, dopo molti anni di utilizzo di alcuni farmaci, come il litio, il DI nefrogenico può divenire permanente. La DI nefrogenica ereditaria e la DI nefrogenica indotta dal litio vengono trattate bevendo abbastanza liquidi per bilanciare la produzione di urina. Sono necessari anche farmaci che la riducano.

Il DI nefrogenico viene trattato con antinfiammatori e diuretici. Il risultato delle terapie farmacologiche dipende dalla tipologia del DI. Con un adeguato trattamento, il diabete insipido non causa problemi gravi e non causa morte prematura.

Quali sono le possibili principali complicazioni?

diabete insipido bere liquidi

Se il controllo della sete del proprio corpo è normale e se si è in grado di bere abbastanza liquidi, non ci sono effetti significativi sull’equilibrio di liquidi o sali nel corpo. Un’assunzione inadeguata di liquidi può portare a disidratazione e squilibrio elettrolitico, che possono essere molto pericolosi.

Se il diabete insipido viene trattato con vasopressina e il controllo della sete nel corpo non è normale, bere più liquidi di quanti se ne ha bisogno il fisico può anche venire a trovarsi in un pericoloso squilibrio elettrolitico.

Quando contattare un medico?

Il controllo medico è sempre un’ottima scelta nella tutela del proprio stato di salute. Nel caso di questa patologia, in particolare, sarà fondamentale contattare il proprio medico già ai primi sintomi di diabete Insipido. Un particolare segnale di allarme è costituito dal ritorno di una minzione frequente o anche in presenza di una sete estrema, quando si è avuto già diagnosticato un diabete Insipido.

2021-12-03T16:43:37+01:00 Redazione angolodeldiabetico.it
Hai trovato questo argomento interessante? Condividila ad un tuo amico a cui può tornare utile: