Diabete: ripensiamo il Servizio Sanitario Nazionale

Diabete: ripensiamo il Servizio Sanitario Nazionale

Higway diabets

Oltre 3 milioni di persone, ad oggi, soffrono di diabete. Tale numero pone la necessità di ripensare all’ organizzazione dei servizi socio-sanitari, su tutto il territorio nazionale. Highway Diabets è un incontro organizzato dalla società Cooperativa Sociale PANACEA e da Motore Sanità, che si terrà il 3 Marzo a Torino. Scopo dell’incontro è quello di trovare idee su come riorganizzare il Servizio Sanitario Nazionale, in base al nuovo scenario demografico con cui si deve confrontare.

Argomenti trattati in questo articolo

Cura del Diabete in Italia

Lo Stato Italiano, con la legge 115, ha voluto delineare la via maestra su cui uniformare ogni intervento su scala nazionale, per gestire il diabete in ogni suo aspetto sociale e sanitario.

La ricerca scientifica, per il diabete, ha fatto passi da gigante, rendendo disponibili nuovi farmaci e nuovi presidi. Soprattutto nell’ultimo decennio, la qualità della vita delle persone che soffrono di questa patologia è profondamente migliorata. 

Ad ostacolare i vantaggi della ricerca, rimane, però, la difficoltà di uniformare i SSR a linee organizzative e di condotta omogenee su scala nazionale. 

Per trovare delle soluzioni a queste problematiche, vengono organizzate diverse iniziative. Lo scopo è quello di portare a confronto istituzioni pubbliche, associazioni di medici e di infermieri, case di cura, produzione farmaceutica, ricerca scientifica ed associazioni pazienti.

Highway Diabets

Highway Diabets

Il Servizio Sanitario Nazionale (SSN) rappresenta, in tutto il mondo, un punto di riferimento per universalismo e accesso ai servizi socio-sanitari. Dopo 40 anni dalla sua istituzione, lo scenario su cui lavorare è decisamente cambiato. Il diabete di tipo 2, ovvero il mellito, è un problema di salute, in costante crescita in tutto il mondo. 

Si è passati da 165 milioni di persone con diabete, nel 2000, a 239 milioni nel 2010, e le previsione per il 2025 sono di 300 milioniI rilievi statistici comunicano che, le persone con diabete hanno un’aspettativa di vita ridotta, rispetto alle persone prive di questa patologia. Pertanto, ogni singolo miglioramento, nelle linee guida per la cura del diabete, potrebbe comportare un aumento dell’aspettativa di vita e ridurre il rischio di complicanze.

L’ aumento delle aspettative di vita ed il conseguente incremento delle malattie croniche, creano la necessità di avere servizi socio-sanitari presenti sul territorio, proporzionati a diverse esigenze.

Al fine di trovare una soluzione a questa necessità, la Società Cooperativa Sociale PANACEA, insieme a Motore Sanità, ha organizzato un percorso di incontri su scala regionale, toccando l’intero territorio nazionale.

Uno di questi incontri è previsto il prossimo 3 marzo a Torino, a cui sollecitiamo la partecipazione.

Questo percorso, su scala regionale, deve essere visto come una preziosa occasione per spunti di riflessione. Temi fondamentali saranno il ripensamento dell’organizzazione del Servizio Sanitario Nazionale e dell’assistenza al diabete. 

2020-02-21T15:57:23+01:00 Redazione angolodeldiabetico.it
Hai trovato questo argomento interessante? Condividila ad un tuo amico a cui può tornare utile: