14 Novembre Giornata Mondiale del Diabete

Giornata mondiale del diabete

Ogni anno il numero delle persone con diabete cresce inesorabilmente in tutto il mondo.

Il diabete è una patologia invalidante con una fortissima ricaduta sociale non solo sui pazienti, ma anche sulle loro stesse famiglie.

Dopo anni di impegno, le Associazioni si sono costituite e si son poste l’obiettivo di sensibilizzare la società e il mondo politico al riconoscimento della valenza sociale di questa patologia, alla definizione dei diritti dei malati e all’organizzazione di un piano terapeutico nazionale1

In Italia nel marzo del 1987 si è ottenuta la promulgazione della legge quadro num. 115/87 dal titolo “Disposizioni per la prevenzione e la cura del diabete mellito.” 

Questo è stato il coronamento di cotanto impegno profuso dalle associazioni attraverso conferenze, convegni, eventi, manifestazioni pubbliche che sono riuscite a coinvolgere sempre più persone sensibili ai problemi del diabete.

Tale legge ha sancito gli obiettivi e i valori fondamentali per le persone affette da diabete e per le loro famiglie:

  1. a) prevenzione e diagnosi precoce della malattia diabetica;
  2. b) miglioramento delle modalità di cura dei cittadini diabetici;
  3. c)  prevenzione delle complicanze;
  4. d) agevolare l’inserimento delle persone diabetiche nelle attività’ scolastiche, sportive e lavorative;
  5. e) agevolare il reinserimento sociale dei cittadini colpiti da gravi complicanze post-diabetiche;
  6. f) migliorare l’educazione e la coscienza sociale generale per la profilassi della malattia diabetica;
  7. g) favorire l’educazione sanitaria del cittadino diabetico e della sua famiglia;
  8. h) provvedere alla preparazione ed all’aggiornamento professionale del personale sanitario addetto ai servizi.

Il ruolo fondamentale delle Associazioni

Il legislatore ha preso atto del grande impegno profuso dalle Associazioni, al punto tale da riconoscere il loro ruolo come fondamentale nel perseguimento degli obiettivi pubblici definiti con questa legge, che all’articolo 9 dichiara: “Per  il raggiungimento degli scopi di cui all’articolo 1, le unità sanitarie locali si avvalgono della collaborazione e dell’aiuto delle associazioni di volontariato…” 

Questo tipo di impegno, di cui, in Italia, si è stati precursori rispetto al resto del mondo, ha contribuito in maniera determinante nel 1991, a far sì che la Federazione Internazionale del Diabete (IDF) e l’Organizzazione Mondiale della Sanità dessero il via alla Giornata Mondiale del Diabete o più semplicemente GMD.

La giornata Mondiale del Diabete

È la risposta corale in tutto il mondo alla sempre più crescente sfida che il diabete pone alla salute umana e si tiene, precisamente, ogni anno il 14 novembre, data che riveste un particolare significato poiché coincide con la data di nascita di Frederick Banting che scoprì l’insulina nel 1922 insieme a Charles Best. 2

Per il 2019 il tema della GMD sarà “Famiglia e Diabete”. 

Da molti anni a coordinare l’organizzazione della GMD sul territorio italiano è Federazione Diabete Italia.

Nata nel 2002, Diabete Italia, è un’ Associazione che riesce a raggruppare i più importanti operatori nazionali nel mondo di questa patologia. Infatti a costituire “Diabete Italia” sono proprie le principali società scientifiche e le diverse associazioni pazienti. 

Tra queste troviamo AMD, SIEDP, SIMG e OSDI, in rappresentanza di: specialisti diabetologi per l’adulto, specialisti diabetologi pediatrici, medici di medicina generale ed infermieri.

Tra le organizzazioni in rappresentanza dei pazienti vi sono AGD, ANIAD e Diabete Forum costituite da: i genitori di minori con diabete, gli atleti con diabete e le persone con diabete di ogni età.

In prima linea a patrocinare l’evento vi sono anche molte altre organizzazioni come AIP, SIA, SIdP, SIIA, ASSOFARM, IAPB Italia Onlus, Coni, Croce Rossa e ANCI.

A fare da cassa di risonanza fra le emittenti televisive troviamo la Rai – Responsabilità Sociale che assicura la propria media partnership.

Centinaia di eventi su tutto il territorio nazionale

Nei giorni antecedenti il 14 novembre Diabete Italia ed i partners che con essa collaborano promuovono  centinaia di eventi per avvicinare la popolazione alle problematiche che gravano sulle persone costrette a convivere con questa patologia.

Anche quest’anno la GMD sarà organizzata da Diabete Italia attraverso la nomina di coordinatori in tutte le regioni che possano fungere da riferimento per tutti coloro che, localmente, hanno intenzione di organizzare eventi correlati.

Nel 2017 Diabete Italia ha ricevuto la medaglia d’oro del Presidente della Repubblica Italiana per l’organizzazione della GMD e per l’impegno nella lotta alla patologia.

Il Presidente di Diabete Italia è la professoressa Concetta Suraci, che ha voluto rappresentare la situazione dichiarando “…il tema è la famiglia: il diabete è una malattia che può essere molto invalidante anche per i familiari, che devono essere coinvolti nella prevenzione e nella gestione della patologia. L’80% delle persone è affetto da diabete di tipo 2, una patologia cronica che è maggiormente presente in età adulta, la cui incidenza aumenta con l’età anagrafica ed è prevenibile, a differenza del tipo 1,  con l’adozione di uno stile di vita sano. Buone abitudini alimentari ed un’attività fisica adeguata sono, quindi, assolutamente necessarie.”

L’appuntamento con le diverse iniziative sarà, precisamente, nel periodo che va dal 4 al 17 novembre 2019.

2019-09-12T16:28:54+00:00 Redazione angolodeldiabetico.it
Hai trovato questo argomento interessante? Condividila ad un tuo amico a cui può tornare utile: