Gli errori da evitare e le pratiche da seguire per prevenire la lipodistrofia

Gli errori da evitare e le pratiche da seguire per prevenire la lipodistrofia

La lipodistrofia è una delle complicanze frequenti nelle persone che seguono la terapia insulinica per il diabete; si manifesta come un’alterazione del tessuto sottocutaneo nelle zone in cui viene effettuata la somministrazione dell’insulina, non solo con il microinfusore, ma anche con le penne.

Il problema principale della lipodistrofia è che non si tratta solo di un difetto estetico, ma di una complicanza con conseguenze negative sulla gestione del diabete stesso: la lipodistrofia, infatti, provoca un’alterazione anche nell’assorbimento dell’insulina, che può essere estremamente variabile e può provocare sbalzi glicemici, con possibili episodi di ipoglicemia o iperglicemia. Proprio per questo è utile riconoscere i sintomi e mettere in atto le azioni necessarie a prevenire la lipodistrofia.

In particolare, la lipoipertrofia è una manifestazione della lipodistrofia e rappresenta la più comune complicanza correlata alla pelle associata alla terapia insulinica; si presenta come una specie di nodulo, ossia un aumento di volume del tessuto, percepibile al tatto o anche alla vista con l’aspetto di un rigonfiamento della pelle.

Lo studio sulle più frequenti cause di lipodistrofia

L’obiettivo di una recente ricerca sulla lipoipertrofia è stato quello di stimare la prevalenza del problema tra gli individui trattati con terapia insulinica, per identificare la sua associazione con errori nella tecnica di iniezione di insulina, verificando anche la correlazione tra lipoipertrofia, rischio di ipoglicemia e difficoltà nel controllo glicemico.

Le persone oggetto dello studio si stavano sottoponendo ad una visita di routine in una clinica diabetologica. Hanno ricevuto un questionario anonimo per lo studio delle modalità di iniezione di insulina, l’uso corretto del dispositivo a penna, la conservazione dell’insulina e la frequenza di episodi ipoglicemici. La presenza di lipoipertrofia è stata, inoltre, valutata mediante ispezione e palpazione dei siti di iniezione.

Complessivamente sono stati intervistati 352 individui (con una età media di 68 ± 12 anni, il 43,2% maschi, l’88,9% con diabete di tipo 2 e durata media della terapia insulinica di 9,1 ± 8,6 anni). La presenza di lipoipertrofia è stata riscontrata nel 42,9% dei casi.

Dall’analisi delle motivazioni alla base della lipoipertrofia è risultato che nella maggior parte dei casi i soggetti non distanziavano le iniezioni successive di almeno un centimetro tra loro e non variavano il sito dell’iniezione tra le diverse aree del corpo. Come conseguenza, si sono osservati un aumento delle dosi di insulina da somministrare per mantenere sotto controllo i livelli glicemici e la necessità di una maggiore durata della terapia insulinica, che a sua volta ha anche aumentato il rischio di lipoipertrofia, andando a creare una sorta di circolo vizioso.
La presenza di lipoipertrofia, nello studio, era associata a un rischio 2,7 volte più elevato di ipoglicemia grave, mentre dosi di insulina giornaliere più elevate, mancanza di rotazione dei siti di iniezione e mantenimento dell’insulina in uso in frigorifero sono state identificate come correlazioni indipendenti di livelli più elevati di HbA1c.

In pratica, quindi, dallo studio è emerso che la tecnica di iniezione di insulina non raggiunge livelli ottimali in molti soggetti, evidenziando la necessità di migliorare l’educazione delle persone con diabete nella somministrazione quotidiana del farmaco. Aumentare la consapevolezza dell’importanza della prevenzione della lipoipertrofia e la conoscenza degli errori da evitare nell’iniezione di insulina rappresentano strumenti importanti per la riduzione del peso clinico, sociale ed economico del diabete.

Le buone pratiche da seguire e gli errori da evitare

Dato che le cattive pratiche di somministrazione dell’insulina mettono la persona a rischio di lipodistrofie e di peggioramenti nel mantenimento della glicemia entro la soglia di normalità, ecco alcuni importanti accorgimenti da tenere presenti e su cui sensibilizzare chi ha il diabete, nel caso di terapia insulinica, per evitare la lipodistrofia e in particolare la lipoipertrofia, cioè il rigonfiamento dello strato sottocutaneo, che può essere alla base della comparsa di squilibri glicemici1.

  1. Iniettare l’insulina nel tessuto sottocutaneo, quindi nel derma o nel muscolo;
  2. Ricordarsi di cambiare l’ago ad ogni iniezione;
  3. Ruotare i siti di iniezione, variando tra addome, cosce, braccia, natiche;
  4. Distanziare di almeno un centimetro le punture successive in uno stesso sito;
  5. Utilizzare un ago corto, preferibilmente da 4mm, come raccomandato dalle associazioni internazionali per la cura del diabete;
  6. Evitare di effettuare iniezioni di insulina in aree lipoipertrofiche o lipoatrofiche, perché l’assorbimento del farmaco diventa imprevedibile e può causare ipoglicemia o iperglicemia inaspettata.

Le azioni che bisogna ricordare quando si effettua la quotidiana operazione di iniezione dell’ insulina sono legate ai consigli2 appena elencati. Gli errori da evitare, quindi, sono quelli che seguono:

  1. eseguire per sbaglio iniezioni intramuscolari o nel derma;
  2. riutilizzare lo stesso ago per più di una iniezione;
  3. non ruotare i siti delle iniezioni, ma effettuare la somministrazione sempre nello stesso posto o sempre sullo stesso lato del corpo;
  4. usare aghi troppo lunghi;
  5. non controllare la presenza di lipodistrofie e continuare ad effettuare iniezioni in aree già interessate da lipoipertrofia o lipoatrofia.

In conclusione, prevenire la lipodistrofia è essenziale per la gestione della glicemia e del proprio diabete.

2018-11-06T15:23:45+00:00 Redazione angolodeldiabetico.it
Hai trovato questa pagina interessante? Condividila ad un tuo amico a cui può tornare utile:

I prodotti correlati a questa tematica

Abbiamo ideato i prodotti Angolo del Diabetico ascoltando i vostri bisogni con l'intento di migliorare la quotidianità della tua vita e contrastare l'insorgenza delle complicanze del diabete. Se questo articolo è stato di tuo interesse, scopri i prodotti correlati con un semplice click.

  • Feelfine®

    Aghi per penna da insulina

  • Colipex

    Colipex®

    L’innovazione per la rigenerazione della pelle con imperfezioni. È un cosmetico.