L’ulcera diabetica: cos’è, come prevenirla e gestirla

L’ulcera diabetica: cos’è, come prevenirla e gestirla

L’ulcera diabetica: cos’è, come prevenirla e gestirla

L’ulcera diabetica è una complicanza del diabete che può avere conseguenze anche molto gravi, ma con una corretta gestione della patologia è possibile evitarne gli sviluppi negativi o prevenire l’insorgere dell’ulcera stessa.

Che cos’è e come si manifesta

L’ulcera diabetica è una lesione che può coinvolgere i tessuti cutanei, sottocutanei ed ossei e può essere causata da un’alterazione nel flusso del sangue o nell’ossigenazione dei tessuti. Difficilmente guarisce in modo spontaneo, per questo è necessario intervenire in tempo appena si manifesta.

Le persone con diabete hanno un rischio maggiore di svilupparla, soprattutto con il passare degli anni. I fattori di rischio sono:

  • lo scarso controllo della glicemia,
  • un’iperglicemia costante
  • la presenza di altre complicanze del diabete (come la retinopatia, la nefropatia e la neuropatia)
  • eventuali malformazioni ai piedi
  • aver già avuto in passato un’ulcera o aver subito un’amputazione.

Il più delle volte tale lesione ha un’origine neuropatica e interessa la parte inferiore del corpo, soprattutto il piede. L’ulcera diabetica si presenta di solito nella regione plantare, nella zona apicale delle dita, nel tallone o nella caviglia, ma può colpire anche altre zone delle gambe.

Quali sono le conseguenze dell’ulcera diabetica

Il protrarsi di un’ulcera diabetica, specialmente quando colpisce il piede, è molto pericoloso perché si può andare incontro all’insorgere di infezioni e fistole, le quali possono a loro volta far sviluppare la necrosi, cioè la perdita delle funzioni vitali in quella specifica parte del corpo.

Quando l’infezione porta ad un forte peggioramento della complicanza in atto può addirittura ritenersi necessaria un’amputazione dell’arto coinvolto. Per questo è indispensabile rivolgersi a dei medici specialisti ed effettuare immediatamente e in modo efficace il trattamento dell’ulcera diabetica.

In Italia si registrano più di 8.000 amputazioni all’anno che hanno avuto origine dal piede diabetico non adeguatamente curato.

Come gestire e prevenire l’ulcera diabetica

Effettuare con periodicità tutti i controlli adeguati e seguire le indicazioni di specialisti, come ad esempio i podologi, è il primo passo per ridurre il rischio di sviluppare questa complicanza. La frequenza minima consigliata è di un controllo ogni anno.

Normalmente il trattamento di tale patologia prevede la medicazione della parte interessata con garze e bende per far sì che sia sempre protetta. Spesso si ritiene necessario anche l’utilizzo di specifiche calzature terapeutiche.

Se il paziente sente dolore, il medico può prescrivere degli analgesici o degli antidolorifici, mentre per prevenire le possibili infezioni può indicare un trattamento antibiotico.

Nei casi più problematici è previsto anche un trattamento chirurgico invasivo che consiste nella rimozione della parte infetta.

Le terapie per trattare le ulcere causate dal diabete sono quindi diverse e variano a seconda della gravità della complicanza. È bene affidarsi ad uno specialista in grado di trattare adeguatamente la zona colpita con la soluzione più appropriata, effettuare la corretta medicazione e aiutare anche il paziente a gestire le cause scatenanti dell’ulcera.

Chiedi consiglio al tuo medico di fiducia: impara a prevenire le complicanze gravi come l’ulcera diabetica e a seguire tutti gli accorgimenti che ti indicherà per aiutarti a vivere meglio.

2016-12-05T10:00:51+00:00 Redazione angolodeldiabetico.it
Hai trovato questo argomento interessante? Condividila ad un tuo amico a cui può tornare utile:

I prodotti correlati a questa tematica

Abbiamo ideato i prodotti Angolo del Diabetico, ascoltando i vostri bisogni con l'intento di migliorare la quotidianità della tua vita e contrastare l'insorgenza delle complicanze del diabete. Se questo articolo è stato di tuo interesse, scopri i prodotti correlati con un semplice click.