Microinfusore di insulina: un valido aiuto nella terapia

Microinfusore di insulina: un valido aiuto nella terapia

Nella gestione quotidiana del diabete il microinfusore di insulina può rappresentare un supporto concreto, soprattutto per le persone con diabete di tipo 1 (cioè insulino-dipendenti) e per quelle per cui, similmente, la somministrazione di insulina sia di importanza vitale.

Vivere ogni giorno con un microinfusore può non essere facile all’inizio poiché si tratta di avere sempre uno strumento esterno collegato al proprio corpo. Il suo utilizzo, però, dovrebbe essere visto come una parte dell’insieme dei cambiamenti positivi che la persona con diabete mette in atto per poter stare bene ed evitare l’insorgere di complicanze.

Secondo uno studio clinico* condotto su pazienti con diabete di tipo 1, infatti, l’utilizzo del microinfusore insieme ad un continuo controllo della glicemia può ridurre del 40% il rischio di sviluppare le complicanze del diabete.

Cos’è il microinfusore

Il microinfusore è un dispositivo elettronico medico, di piccole dimensioni, utilizzato per la somministrazione continua dell’insulina per via sottocutanea.

Lo strumento si fissa sull’addome e resta sempre attaccato al corpo, somministrando insulina mediante un catetere, con dei movimenti impercettibili dettati dal computer interno di cui è dotato. Ciascun microinfusore può essere programmato con specifici input in base a chi lo indossa, pianificando le giuste dosi e la loro variazione a seconda dei diversi momenti della giornata.

Il microinfusore, quindi, simula la funzione del pancreas sano di rilasciare l’insulina durante il giorno e la notte, a seconda delle esigenze dell’organismo con diabete. Tale apparecchio non può certo sostituire il pancreas ma può fornire alla persona con diabete un aiuto importante, con molti vantaggi in più rispetto alla terapia tradizionale effettuata tramite iniezioni.

Quali vantaggi per il diabetico

Uno dei vantaggi nell’utilizzo del microinfusore per la persona con diabete è il supporto nella stabilizzazione dei propri valori metabolici. In questo senso l’apparecchio è un ausilio molto valido specialmente per chi ha spesso crisi ipoglicemiche e frequenti oscillazioni della glicemia.

Ecco altri vantaggi del microinfusore:

  • si serve di un solo tipo di insulina;
  • provoca un deposito sottocutaneo minimo o nullo;
  • consente di adattare al meglio l’infusione alle necessità di ogni persona;
  • permette un miglior controllo della glicemia in occasioni particolari (es. malattia, sport, gravidanza);
  • riduce il fabbisogno di insulina giornaliero (con conseguente stabilizzazione del peso).

L’uso del microinfusore può quindi consentire alle persone con diabete di raggiungere e mantenere un profilo glicemico normale e avere allo stesso tempo più flessibilità ed autonomia nella gestione quotidiana del diabete.

Il rischio di sviluppare la lipodistrofia

La somministrazione quotidiana di insulina, soprattutto se non eseguita correttamente, può però provocare la lipodistrofia, cioè un’alterazione del tessuto sottocutaneo nelle sedi dell’iniezione, sia che questa avvenga per mezzo delle penne o del microinfusore.

Non si tratta solo di un problema estetico bensì di una vera e propria complicanza: queste alterazioni ostacolano il corretto assorbimento dell’insulina con conseguenti sbalzi dei livelli di glicemia e aumento dei valori di emoglobina glicata.

Per quanto riguarda in particolare il microinfusore, con il suo utilizzo possono formarsi sulla pelle delle cicatrici bianche antiestetiche. Esistono per questo alcuni prodotti specifici capaci di migliorare l’aspetto estetico, riparando la pelle, e ottimizzare al contempo l’assorbimento dell’insulina, con stabilizzazione della glicemia e riduzione dei valori di emoglobina glicata.

L’impiego del microinfusore deve essere indicato specificatamente dal medico e il suo programma di erogazione dell’insulina deve essere effettuato su misura per il paziente. Soltanto lo specialista può stabilire se e quando far utilizzare il microinfusore, valutando tutte le eventuali controindicazioni, pianificando una terapia ad hoc e consigliando eventuali prodotti da usare.

Parla con il tuo diabetologo per avere più informazioni sul microinfusore e per sapere se questa terapia potrebbe essere adatta alla tua situazione.

* STAR 3 Study Group, Effectiveness of Sensor-Augmented Insulin-Pump Therapy in Type 1 Diabetes, in «New England Journal of Medicine», 2010.

2017-03-07T13:00:37+00:00 Redazione angolodeldiabetico.it
Hai trovato questa pagina interessante? Condividila ad un tuo amico a cui può tornare utile:

I prodotti correlati a questa tematica

Abbiamo ideato i prodotti Angolo del Diabetico ascoltando i vostri bisogni con l'intento di migliorare la quotidianità della tua vita e contrastare l'insorgenza delle complicanze del diabete. Se questo articolo è stato di tuo interesse, scopri i prodotti correlati con un semplice click.