Sport e diabete: si può praticare sport a livello agonistico?

Sport e diabete: si può praticare sport a livello agonistico?

Sport e diabete

La sedentarietà e una dieta non equilibrata sono alla base dell’innescarsi di problemi di salute più o meno gravi, tra questi anche il diabete di tipo 2.

Per un paziente con diabete è fondamentale seguire uno stile di vita sano, curando l’alimentazione e praticando attività fisica regolarmente.

È dimostrato infatti che praticare attività sportiva aiuta a:

  • abbassare i livelli di zucchero nel sangue;
  • ridurre i fattori di rischio di sviluppo della patologia, come ipertensione arteriosa e sovrappeso;
  • migliorare lo stato di benessere sia fisico che psichico.

Si può praticare sport a livello agonistico?

 Sono molte le persone con diabete che praticano sport anche a livello agonistico, come Luisa Cavarzerani, a 18 anni già nella Nazionale di karate.

Fin da piccola e ho continuato anche dopo aver scoperto di avere il diabete. Per me lo sport è importantissimo, uno stile di vita. Oltre a karate pratico anche canoa a livello agonistico – per parecchi anni sono stata campionessa regionale – e mi piace molto arrampicare, andare in moto o con i kart, sciare, giocare a pallavolo con i miei amici ecc. (…) Lo sport per i diabetici ha un ruolo importantissimo soprattutto perché aiuta a mantenere i giusti valori della glicemia e permette di ridurre il quantitativo di insulina. Non serve per forza praticare uno sport per sentirsi bene con il diabete, ma basta fare movimento: anche una semplice passeggiata fa sentire i suoi benefici. Conciliare sport e diabete è assolutamente possibile. Sicuramente c’è bisogno di più attenzione e impegno per tenere sempre sotto controllo la glicemia anche quando si intromettono fattori come la fatica o la tensione. Bisogna avere un po’ di pazienza soprattutto quando si fanno nuove esperienze sportive, perché non è sempre facile azzeccare come gestire la quantità di insulina ma con un po’ di esperienza si riesce ad imparare a conoscere il proprio corpo e a gestire il diabete nel migliore dei modi. La cosa fondamentale è non abbattersi alle prime difficoltà.

Racconta Luisa in un’intervista a Gazzetta.

Luisa è una ragazza coraggiosa e piena di ottimismo, un esempio per tutti, anche per chi non presenta nessuna problematica di salute ma non si sente abbastanza forte per perseguire un obiettivo sportivo. La tenacia, la voglia di arrivare a un traguardo considerato impossibile, è una caratteristica comune ai grandi campioni sia sul campo – o in una palestra – che nella vita.

Quindi, con il diabete si può e si deve fare sport, quanto e come va deciso consultandosi con il proprio medico di fiducia o diabetologo. Sarà premura dello specialista suggerire come adattare l’alimentazione (te ne abbiamo parlato in questo articolo) e la terapia insulinica in base all’attività praticata.

2016-10-20T15:13:47+00:00 Redazione angolodeldiabetico.it
Hai trovato questa pagina interessante? Condividila ad un tuo amico a cui può tornare utile:

I prodotti correlati a questa tematica

Abbiamo ideato i prodotti Angolo del Diabetico ascoltando i vostri bisogni con l'intento di migliorare la quotidianità della tua vita e contrastare l'insorgenza delle complicanze del diabete. Se questo articolo è stato di tuo interesse, scopri i prodotti correlati con un semplice click.